SCUOLA SECONDARIA DI PRIMO GRADO L. A. MURATORI VIGNOLA
Scuola Secondaria di Primo Grado "L.A. Muratori" Vignola: Via Resistenza, 462 - C.A.P. 41058 VIGNOLA (MO) - Tel. 059.771161 - Fax: 059.771151
E-mail:momm152007@istruzione.it - PEC: momm152007@pec.istruzione.it

La scuola secondaria di primo grado ha vissuto, nel corso del tempo, una serie di novità normative, che hanno inciso sugli aspetti organizzativi e didattici.

La nostra scuola ha saputo mediare le innovazioni delle riforme con la migliore tradizione pedagogica e col patrimonio di esperienze e competenze della scuola vignolese. Essa tende a caratterizzarsi pertanto come scuola autonoma e di qualità e, ispirandosi  alle finalità educative orientate ai “valori” socialmente condivisi, impronta l’azione didattica ai seguenti principi:

  1.      recepire le aspettative degli alunni e delle famiglie e proporre un’ Offerta Formativa ampia, qualificata e rispondente il più possibile agli specifici bisogni formativi dell’utenza, per favorire il successo formativo di tutti gli alunni
  2.     ricercare e migliorare la collaborazione delle famiglie, in un’ottica di corresponsabilità educativa
  3.      valorizzare le competenze e le diverse professionalità del personale perseguire le finalità istituzionali della scuola
  4.     migliorare la qualità del servizio scolastico.

 

Il Collegio dei Docenti ha quindi scelto un’organizzazione dell’Offerta Formativa, improntata ai seguenti criteri:

  •         classi il più possibile equilibrate tra di loro;
  •         una classe ad indirizzo musicale (corso A), a partire dall’a.s. 2016-2017; per le classi attivate negli scolastici precedenti l’organizzazione resterà immutata sino al termine del corso di studi  (corsi A, B, G, H miste);
  •         insegnamento di due lingue comunitarie come seconda lingua: francese (7 sezioni) e tedesco (3 sezioni).

 

Il Collegio dei Docenti ha definito quindi le linee generali del P.T.O.F., nel rispetto della più recente normativa, ed ha elaborato una proposta formativa in cui l’organizzazione del curricolo degli studi e del tempo scuola prevede:

  •        un curricolo base articolato su 30 ore settimanali per le classi a tempo normale
  •        un curricolo a 33 ore per gli alunni dell’indirizzo musicale
  •        attività extracurricolari di ampliamento dell’offerta formativa

 

Sezioni  

Seconda lingua comunitaria

Tempo scuola

Attività extracurricolari 

Servizi di supporto

A

Indirizzo musicale

Francese

8.15- 13.15 dal lunedì al sabato + rientro pomeridiano 

Progetti pomeridiani di ampliamento dell’offerta formativa 

Pre scuola

 

Trasporto scolastico

B – D –  I  G – H - L

Francese

8.15-13.15 dal

lunedì al sabato

 

C – E - F

Tedesco

 

L’orario di funzionamento della scuola è il seguente

 

 

MATTINO

INGRESSO

h. 8,10

INIZIO LEZIONI

h. 8,15

USCITA

 h. 13,15

 

Orario

Lunedì

Martedì

Mercoledì

Giovedì

Venerdì

Sabato

8:15 – 9:10

&

&

&

&

&

&

9:10 – 10:10

&

&

&

&

&

&

10:15 – 11:10

&

&

&

&

&

&

11:10 – 11:25

 

 

intervallo

 

 

11:25 – 12:20

&

&

&

&

&

&

12:20 – 13:15

&

&

&

&

&

&

          Legenda:   & ora di lezione           

I SERVIZI DI SUPPORTO

L’Unione Terre di Castelli, di cui il comune di Vignola fa parte, garantisce i seguenti servizi a supporto della scuola:

  •     PRESCUOLA: attività di accoglienza degli alunni che ne dichiarino la necessità per documentate esigenze di lavoro dei genitori, svolta su richiesta della famiglia (presentata presso l’Ufficio scuola del Comune), dalle ore 7.30 alle 8.10 gestita da parte di personale scolastico a partire dal primo giorno di scuola.
  •     TRASPORTO SCOLASTICO.

 

 

I PROGRAMMI D’INSEGNAMENTO

Dal punto di vista didattico la programmazione delle attività e il curricolo hanno come riferimento le Indicazioni Nazionali 2012 per il curriculo della Scuola dell’Infanzia e del Primo Ciclo d’Istruzione  E’ stato realizzato un Progetto di scuola coerente rispetto a se stesso, sostenibile per tutti gli operatori e significativo per gli utenti, in cui hanno una parte fondamentale il curricolo, ovvero le opzioni offerte, le scelte metodologiche e didattiche, la qualità dell’insegnamento, la formazione dei docenti e degli operatori, con particolare attenzione ai risultati dell’apprendimento  o in altri termini alle competenze in uscita. Per la programmazione didattica si vedano le programmazioni pubblicate per ciascun anno scolastico sul sito web dell’istituto.

Si è deciso di intervenire concretamente su alcuni aspetti problematici:   

-      successo formativo;

-      legalità;

-      benessere;

-      miglior integrazione degli alunni diversamente abili;

-      maggiore attenzione agli alunni con D.S.A. in situazione di difficoltà o di disagio;

-      alfabetizzazione e miglior integrazione degli alunni stranieri;

-      introduzione delle nuove tecnologie

-      valorizzazione delle eccellenze.

 

L’organizzazione dell’offerta curricolare risulta essere la seguente:

 

MATERIE

Sezioni 30 ore

Sezione A

indirizzo musicale

Italiano

6

6

Storia e Geografia

3

3

Cittadinanza e Costituzione*

1

1

Matematica

4

4

Scienze

2

2

Lingua Inglese 

3

3

2^ Lingua comunitaria: Francese/Tedesco 

2

2

Arte e immagine

2

2

Tecnologia e informatica

2

2

Musica

2

2

Educazione fisica

2

2

Strumento e solfeggio

/

3

Religione cattolica/Attività alternativa

1

1

TOTALE

30

33

* Questa disciplina, introdotta a livello sperimentale per l’a.s. 2009/2010, è stata scorporata dall’ambito storicogeografico per diventare quasi una materia autonoma, secondo quanto previsto dal DPR 89/2009, dal D.L. 137/2008 convertito nella L. 169/2008, come deliberato dal Collegio dei Docenti dell’11/1/2009.

La programmazione disciplinare viene elaborata nell’ambito dei gruppi monodisciplinari, per garantire uniformità e pari opportunità a tutti gli studenti (vedi Allegato C).

 

 

L’INDIRIZZO MUSICALE

I Corsi ad indirizzo musicale ( istituiti ai sensi  del D.M. 13 febbraio 1996 e strutturati secondo l'allegato A della circolare n. 95, prot. n. 31735 del 29.02.1996, con le modifiche consentite dalla C.M. n. 37/2004) prevedono un curricolo articolato su 30 ore di lezione in orario antimeridiano + 1 ora aggiuntiva settimanale di solfeggio e teoria musicale (al termine della quinta ora) + il rientro pomeridiano di un’ora due volte la settimana ( a gruppi di due e più alunni ), riservato alla pratica strumentale.

Gli alunni, dopo aver superato un esame attitudinale, studiano per tre anni uno strumento:

chitarra, flauto traverso, pianoforte, sassofono.

La preferenza per lo strumento espressa al momento dell’iscrizione non è vincolante per la scuola.

Per chi non accede all’indirizzo musicale (ma non solo) vengono attivati laboratori musicali.

L’orario dei rientri pomeridiani è concordato direttamente fra il docente e la famiglia dell’ allievo. I ragazzi frequentano anche laboratori mensili di musica d’insieme, in cui vengono preparati i Concerti.

Gli alunni imparano a suonare musica insieme, si sentono parte di un gruppo e, grazie al comune interesse per la musica, perseguono un’educazione generale all’impegno, alla serietà ed un’estrema disponibilità alla socializzazione.

 

 

L’INCLUSIONE E LA DIFFERENZIAZIONE

La scuola opera per creare un ambiente formativo positivo: sereno, accogliente, stimolante, e di supporto agli alunni che si estrinsechi in un miglioramento dei risultati raggiunti da ciascuno di loro, comprese le fasce più “deboli” della popolazione scolastica: gli alunni con disabilità, gli alunni immigrati, svantaggiati e gli alunni con diagnosi di difficoltà specifica di apprendimento.

A tal fine sono stati predisposti protocolli per l'inclusione degli alunni con bisogni educativi speciali con i quali la scuola pianifica le azioni ritenute necessarie per sostenere e accompagnare il percorso di apprendimento degli alunni in difficoltà.

Sono inoltre previste attività rivolte agli studenti per il recupero e il potenziamento, con l’obiettivo di individualizzare nel miglior modo possibile, compatibilmente alle risorse disponibili, i percorsi di apprendimento di ciascuno.

 

Gli alunni diversamente abili

Al fine di favorire l’ integrazione scolastica degli alunni in situazione di disabilità la scuola mette in atto le seguenti azioni ed interventi:

  • impiego ottimale delle risorse umane assegnate dallo Stato e dagli Enti Locali per la realizzazione della piena integrazione scolastica degli allievi in situazione di disabilità
  • organizzazione di incontri con gli operatori dell’Azienda Unità Sanitaria Locale al fine di produrre scambi di informazioni relative agli aspetti clinici ed educativi volti all’integrazione dello studente
  • prosecuzione delle attività del Centro Servizi Handicap territoriale, che costituisce punto di riferimento per la realizzazione di percorsi di formazione – aggiornamento, documentazione ed orientamento

 

Gli alunni DSA e BES

Oltre agli alunni diversamente abili, sono numerosi gli alunni che presentano  problematiche riconducibili a situazioni di difficoltà d’apprendimento o disagio (scolastico e non). La recente normativa (Legge 170/2010 e Direttiva ministeriale del 27 dicembre 2012) ha indicato i principi generali di azione e gli adempimenti necessari.  

La nostra scuola si impegna a coordinare gli interventi allo scopo di costruire un ambiente in grado di offrire agli allievi condizioni di benessere e di sviluppo intellettivo e relazionale, assicurando l’assistenza di base necessaria. È stato inoltre predisposto un Protocollo di accoglienza degli alunni con bisogni educativi speciali (vedi Allegato C) e un Protocollo di accoglienza per alunni con D.S.A. (vedi Allegato D).  

 

Gli alunni stranieri

La città di Vignola, che tutt'oggi conta circa 24.000 abitanti, presenta una percentuale di immigrati che si aggira intorno al 20% della popolazione. Attualmente gli alunni stranieri costituiscono il 17%   della popolazione scolastica e le loro nazioni di provenienza sono varie: paesi dell’Est europeo, del Nord Africa, dell’Africa e del Sud America.

Uno degli obiettivi prioritari nell’integrazione degli alunni stranieri è quello di promuovere l’acquisizione di una buona competenza nell’italiano scritto e parlato, per assicurare uno dei principali fattori di successo scolastico e di inclusione sociale.  E' indispensabile sia per la scuola che per il territorio, l'integrazione culturale e civile dei “nuovi italiani”, per lo sviluppo non solo culturale, ma anche sociale ed economico.

Per questo l’orientamento della nostra scuola è di inserire il più presto possibile l’alunno di recente immigrazione nel gruppo classe, in quanto l’immersione in un contesto di seconda lingua parlata da adulti e compagni facilita l’apprendimento del linguaggio funzionale.

Per l’inserimento degli alunni di recente immigrazione è stato redatto un protocollo di accoglienza, in cui sono definiti criteri e modalità per l’inserimento degli studenti nelle classi (vedi Allegato E). I ragazzi stranieri inseriti nella nostra scuola presentano diversi livelli di conoscenza della lingua italiana, secondo il Quadro europeo di riferimento:

 

  •   Livello A1: neo-arrivati, che non possiedono alcuna competenza in lingua italiana; apprendimento dell’italiano della comunicazione.

 

  •   Livello A2:consolidamento dell’italiano colloquiale e avvio dell’apprendimento delle strutture fondamentali della lingua italiana.

 

  •   Livello B1:apprendimentodell’italiano formale, per scrivere e studiare.

 

La scuola ha predisposto un progetto rivolto a studenti senza o con parziale conoscenza della lingua italiana, di età compresa tra i 10 e i 15 anni, e prevede una prima fase di accoglienza e una seconda fase di inserimento nel gruppo classe. Gli studenti sono suddivisi in tre gruppi in funzione del grado di conoscenza della lingua. Un gruppo di prima alfabetizzazione (A1), costituito da studenti che non conoscono la lingua italiana, che prevede 9 ore settimanali di lezioni frontali con alfabetizzatrice esterna e utilizzo di materiale facilitato plurilingua. Un gruppo di seconda alfabetizzazione (A2), rivolto a studenti che necessitano ancora di supporto per la comprensione di testi e per l'espressione orale, che prevede circa 5 ore settimanali. Infine, un gruppo di terza alfabetizzazione (B1) in cui si prevede un rinforzo rivolto all'espressione scritta e orale di 3 ore settimanali. Nella seconda fase gli studenti diminuiscono le ore di alfabetizzazione e interagiscono maggiormente col gruppo classe e con i relativi docenti.

                           

Il PAI – Piano Annuale per l’Inclusività

Come previsto Circolare ministeriale  n. 8 del 6.3.2013 del MIIUR la scuola predispone a giugno il

Piano Annuale per l’Inclusività, che viene reso noto tramite pubblicazione sul sito della scuola (vedi allegato F).

 

Il GLI – Gruppo di Lavoro per l’Inclusione 

Il GLI viene costituito sulla base delle indicazioni fornite dalla Direttiva ministeriale del 27 dicembre 2012 e ha il compito, oltre a quanto già previsto nell’Accordo di Programma Provinciale relativamente all’integrazione degli alunni Legge 104/1992, di formulare proposte:

  •       di criteri per la ripartizione delle risorse
  •       di un’ipotesi di Organico
  •       di verifica a fine anno degli interventi attuati
  •       di definizione del PAI per l’a.s. successivo.                                                                          

 

Il recupero e il potenziamento

Sulla base delle risorse disponibili vengono organizzate attività di recupero e potenziamento per classi aperte in orario curricolare. 

Vengono inoltre attivati laboratori pomeridiani, in orario extracurricolare, per il sostegno al lavoro individuale degli studenti.

 

La valorizzazione delle eccellenze

Per valorizzare gli alunni nella fascia di eccellenza viene attivato da anni il progetto “Certificazioni europee delle lingue: un passaporto per il futuro ”, finanziato dalla Fondazione di Vignola, rivolto ai migliori alunni delle classi terze. Tale progetto prevede attività pomeridiane di potenziamento delle competenze linguistiche nelle tre lingue comunitarie insegnate, inglese, francese e tedesco,  finalizzate alla certificazione linguistica.

Dall’a.s. 2015-2016 è inoltre attivato un laboratorio per il potenziamento delle competenze nell’area scientifica e sulla cultura umanistica.

Tali attività si svolgono in orario extracurricolare.


Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più consulta l’informativa estesa sui cookie. Proseguendo la navigazione, acconsenti all’uso dei cookie.