SCUOLA SECONDARIA DI PRIMO GRADO L. A. MURATORI VIGNOLA
Scuola Secondaria di Primo Grado "L.A. Muratori" Vignola: Via Resistenza, 462 - C.A.P. 41058 VIGNOLA (MO) - Tel. 059.771161 - Fax: 059.771151
E-mail:momm152007@istruzione.it - PEC: momm152007@pec.istruzione.it

La pianificazione degli aspetti organizzativi comprende tutti quegli aspetti funzionali all’efficacia e al buon andamento dell’istituto.

A. FUNZIONIGRAMMA

Il funzionigramma definisce le figure di sistema e i gruppi di lavoro necessari a garantire un’efficace organizzazione  della scuola. 

L’assegnazione degli incarichi definiti dal PTOF viene effettuata ogni anno, condivisa dal Collegio dai Docenti e resa nota tramite pubblicazione sul sito della scuola.

 

STAFF - GRUPPI DI LAVORO  - COMMISIONI - COORDINAMENTO

STAFF

Collaboratori dirigente

  • 1° COLLABORATORE
  • 2° COLLABORATORE

 

Funzioni strumentali

  • Area pedagogico- didattica                  
  • Area valutazione
  • Area inclusione:  - disabilità

                                - DSA

                                - Disagio

                                - Stranieri

 

  • Area indirizzo musicale

Coordinatori gruppi disciplinari

  • Lettere
  • Matematica
  • Inglese
  • Seconda lingua
  • Arte
  • Ed. fisica
  • Musica
  • Tecnologia

 

  • Strumento

 

  • Religione

Comitato tecnico-scientifico

  • 1° collaboratore e 2° collaboratore
  • Funzioni strumentali
  • Coordinatore gruppo supporto alla didattica
  • Coordinatori gruppi disciplinari

Comitato di valutazione

(art. 1 comma 129 Legge 107/2015)

Dirigente scolastico

3 docenti

2 genitori

1 componente esterno

Nucleo Interno Valutazione (NIV)

  • 1 coordinatore
  • 4 componenti

Coordinatori consigli di classe

  • 1 per ciascuna classe

Staff supporto alla didattica

  • 1 coordinatore
  • Tutor individuati a supporto dei docenti

Tutor docenti neoassunti

  • 1 tutor per ciascun docente neoassunto

Team innovazione tecnologica

  • Animatore digitale
  • Team innovazione tecnologica : 3 docenti

Commissione formazione classi

  • 2 docenti
  • 1 collaboratore del Dirigente

Gruppo coordinamento Curricolo e Continuità

  • Coordinamento : funzione strumentale area pedagogico didattica
  • Continuità scuola primaria: 2 docenti
  • Continuità scuola secondaria II grado: 2 docenti

REFERENTI

Referente PTOF

 

Referente progetti musicali

 

Referente tecnologie e piattaforma GSuite

 

Referente aggiornamento

 

Referente progetti europei

 

Referenti INVALSI

 

Referente attività di passaggio scuola primaria/secondaria 1° grado

 

Referente orientamento

 

Referente ed. ambientale

 

Referente ed. alla salute

 

Referente uscite

 

Referente registro elettronico

 

Referente sicurezza

 

RESPONSABILI

Responsabile laboratorio scienze

 

Responsabile laboratorio musica

 

Responsabile laboratorio

arte

 

Responsabili palestra e rapporti con ufficio sport

 

 

DIRIGENTE SCOLASTICO 

  1.                Il Dirigente scolastico assicura la gestione unitaria dell'istituzione, ne ha la rappresentanza legale, è responsabile della gestione delle risorse finanziarie e strumentali e dei risultati del servizio. Nel rispetto delle competenze degli Organi Collegiali scolastici, spettano al Dirigente scolastico autonomi poteri di direzione, di coordinamento e di valorizzazione delle risorse umane. In particolare, il Dirigente scolastico organizza l'attività scolastica secondo criteri di efficienza e di efficacia formative ed è titolare delle relazioni sindacali.
  2.                Il Dirigente scolastico promuove gli interventi per assicurare la qualità dei processi formativi e la collaborazione delle risorse culturali, professionali, sociali ed economiche del territorio, per l'esercizio della libertà di insegnamento, intesa anche come libertà di ricerca e di innovazione metodologica e didattica, per l'esercizio della libertà di scelta educativa delle famiglie e per l'attuazione del diritto all'apprendimento da parte degli alunni.
  3.                Nell' ambito delle funzioni attribuite alle istituzioni scolastiche, spetta al Dirigente l'adozione dei provvedimenti di gestione delle risorse e del personale.

 

Gli obiettivi strategici della dirigenza scolastica sono:

  1.      Agevolare il processo di innovazione della scuola, alla luce della normativa vigente, mediante una corretta informazione ai genitori e al personale scolastico;
  2.      garantire in ogni caso la continuità del servizio, ricorrendo ove necessario al conferimento di supplenze temporanee mediante l’assegnazione di ore eccedenti per la sostituzione di docenti assenti e grazie ad un’organizzazione flessibile dell’orario di servizio di tutto il personale della scuola;
  3.      garantire e possibilmente migliorare la qualità del servizio scolastico nel suo complesso, sia dal punto di vista amministrativo, sia da quello didattico, dedicando una particolare attenzione agli aspetti educativi, mediante forme di coordinamento didattico, e alla formazione/aggiornamento in servizio delle competenze,  senza dimenticare gli aspetti relativi al materiale di consumo, alla funzionalità dei laboratori, alla manutenzione e al rinnovo dei sussidi, anche di carattere informatico;
  4.      valorizzare le diverse professionalità presenti all’interno dell’Istituto, promuovendo l’assunzione di responsabilità a più livelli (personale amministrativo ed ausiliario che svolge funzioni aggiuntive, docente con funzioni vicarie, docenti che svolgono funzionestrumentale, docenti collaboratori del Dirigente Scolastico, docenti coordinatori di commissione, docenti con incarichi specifici, docenti referenti, docenti responsabili di progetto);
  5.      ricercare, promuovere e sviluppare positivamente rapporti di collaborazione con gli enti locali, le associazioni e i soggetti privati del territorio che possono dare un importante contributo alla scuola.

 

COLLABORATORI DEL DIRIGENTE 

Il Dirigente scolastico, ai sensi dell’art. 31 del vigente C.C.N.L., ha nominato i propri collaboratori, cui sono affidati di volta in volta i/le seguenti compiti/funzioni:

  •   Collaborazione con il Dirigente Scolastico 
  •   Gestione delle attività dell’Istituto in caso di brevi assenze del Dirigente Scolastico (compresa la visione della posta e partecipazioni ad incontri già previsti) 
  •   Svolgimento di funzioni generali di coordinamento e consulenza organizzativa
  •   Partecipazione alle riunioni periodiche di staff di dirigenza
  •   Collaborazione con D.S.G.A. e gli uffici amministrativi e didattici
  •   Gestione, su delega del D.S., delle seguenti problematiche organizzative:
  1.      relazioni di carattere didattico ed organizzativo con Docenti, genitori e personale ATA;
  2.      assenze e  ritardi degli alunni (giustificazioni, permessi di entrata e uscita ed istruttoria eventuali provvedimenti disciplinari);
  3.      sostituzione quotidiana docenti assenti;
  4.      autorizzazione ai docenti di ferie, permessi brevi e  permessi retribuiti;
  5.      coordinamento generale degli impegni dei docenti previsti nel calendario annuale e non, compresi i Consigli di Classe e le riunioni di dipartimento disciplinare;
  6.      organizzazione pre-scrutini, scrutini ed esami di licenza; 
  7.      rapporti con le famiglie a seguito di improvvise esigenze didattiche e comportamentali;
  8.      supervisione, coordinamento e controllo delle attività dei Docenti (comprese le attività di recupero, di ampliamento dell’offerta formativa e di laboratorio);
  9.      supervisione e controllo della realizzazione dei progetti inseriti nel P.O.F., coordinando i responsabili dei singoli progetti.

 

NB. Sulle materie delegate i Docenti Collaboratori riferiscono direttamente al Dirigente scolastico.

                        

COORDINATORI CONSIGLI DI CLASSE

I coordinatori dei Consigli di classe vengono nominati all’inizio di ciascun anno scolastico, con decreto del dirigente scolastico, individuati di norma tra i docenti di lettere e matematica presenti nelle classi. Svolgono un ruolo di raccordo all’interno del Consiglio di classe e tra esso e le famiglie. Coordinano la programmazione dell’attività didattica e predispongono la documentazione necessaria.

 

COMITATO TECNICO SCIENTIFICO

La scuola Muratori ha scelto da tempo di dotarsi di un organismo che permetta di approfondire le tematiche inerenti la didattica e di elaborare proposte in merito alle scelte che il Collegio dei Docenti è chiamato a prendere. All’interno del Comitato sono presenti i rappresentanti di ciascun gruppo disciplinare, le Funzioni strumentali e i collaboratori del dirigente. 

 

FUNZIONI STRUMENTALI

Il Collegio dei Docenti, ai sensi dell’art. 33 del C.C.N.L 2007 della scuola, ha individuato le seguenti aree di intervento delle funzioni strumentali, individuando alcuni ambiti ritenuti strategici e riconducibili alle priorità strategiche individuate dal presente documento. Le funzioni sono assegnate ai docenti sulla base della disponibilità da loro espressa e delle competenze professionali in loro possesso. 

AREE FUNZIONALI

SOTTOAREE

 

 

INTERVENTI E

SERVIZI PER GLI STUDENTI

 

 

Coordinamento pedagogico-didattico

Coordinamento

alunni in situazione di H

 

Coordinamento

alunni con DSA

Coordinamento area alunni stranieri

 

Coordinamento area alunni in situazione di disagio

Valutazione

PROGETTI  IN

AMBITO  MUSICALE

Indirizzo musicale

 

NUCELO INTERNO DI VALUTAZIONE

Il nucleo di autovalutazione si occupa di ricercare gli strumenti idonei a valutare tutti gli aspetti dell’organizzazione didattica e scolastica per migliorare la qualità del servizio attraverso la discussione e la continua ridefinizione dei nodi problematici da parte degli Organi Collegiali che operano all’interno della scuola.

Gli strumenti per l’autovalutazione sono di varia natura:

  •         monitoraggio / valutazione intermedia e finale degli interventi formativi e dei laboratori relativi all’ampliamento dell’offerta formativa, rivolti ai docenti e agli alunni 
  •         dati delle prove Invalsi e dati emergenti dal questionario scuola
  •         monitoraggio dei risultati a distanza
  •         controllo della gestione delle risorse, con l’ausilio di tabulati predisposti dal Dirigente e dal Direttore Amministrativo

In particolare, l’obiettivo è dare un ordine logico alle informazioni e ai documenti già in possesso della scuola o disponibili sulle piattaforme ministeriali per l’individuazione dei punti di forza e di debolezza e la pianificazione di opportuni adeguamenti.

Il processo di autovalutazione deve mirare ad individuare concrete piste di miglioramento, sfruttando le informazioni qualificate di cui ogni scuola dispone, all’interno di un processo di riflessione continua.

 

STAFF DI SUPPORTO ALLA DIDATTICA

Lo STAFF DI SUPPORTO AI DOCENTI E ALLA DIDATTICA, composto da docenti che hanno sviluppato nel tempo competenze consolidate sia sul piano della didattica sia relativamente alla gestione della classe, è il riferimento per l’attuazione del PROTOCOLLO PER IL SUPPORTO AI DOCENTI E ALLA DIDATTICA (vedi Allegato G). I componenti dello  STAFF vengono individuati dal Collegio dei Docenti. All’interno dello stesso STAFF viene individuato un docente con compiti di coordinamento delle attività di supporto.

Intendendo la scuola come una  comunità professionale ed educativa che si costruisce attraverso la condivisione di traguardi, obiettivi, visione e missione della scuola, ma anche attraverso la collaborazione tra tutti coloro che di tale comunità fanno parte, una comunità di pratica finalizzata al miglioramento collettivo, all’apprendimento continuo che avviene attraverso lo scambio dei saperi e forme di sostegno reciproco, il PROTOCOLLO si configura come un documento che predispone e organizza le procedure che la Scuola intende mettere in atto per supportare i docenti nel loro lavoro e per fornire occasioni di riflessione e crescita professionale.  

In quest’ottica il protocollo costituisce un valido strumento di supporto e apprendimento tra pari.  


Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più consulta l’informativa estesa sui cookie. Proseguendo la navigazione, acconsenti all’uso dei cookie.